News

Il Presidente del Comitato, unitamente ai suoi consiglieri e a nome delle Società lombarde, esprime il più profondo cordoglio alla famiglia Barozzi ed alla Società Cus MIlano, per l'improvvisa scomparsa di Sergio.

Condividi

Pubblichiamo l'intervento del presidente Angelo Bresciani nel corso dell'assemblea ordinaria delle società lombarde tenutasi il 10 luglio scorso a Milano. Nel corso dell'incontro sono state premiate le società che si sono aggiudacate le competizioni lombarde. 

"Signori Presidenti e signori Delegati, con il Consiglio di Comitato porgo a tutti un cordiale saluto.

Anche questa stagione ci ha portato via un grande amico, Pietro Dallù, un presidente sempre presente alle nostre Assemblee, e portando sempre più in alto il suo Parabiago. Con lui desidero ricordare la giovane Rebecca: una tragedia che ha coinvolto tutto il mondo rugbystico. A loro il nostro ricordo.

Guardando al nostro movimento, devo sottolineare che la Lombardia non è stata così brillante nei risultati come l’anno scorso: no scudetto, no Trofeo Eccellenza. Fortunatamente, devo considerare ottima la “performance” del Cus Milano, che ha portato a 4 le squadre in serie A, oltre all’importante salto di categoria di:

• Rugby Rovato dalla serie C1 alla serie B

• Rugby Crema dalla serie C2 alla serie C1

• Rugby Calvisano, squadra cadetta, dalla serie C2 alla serie C1.

Con i consiglieri ringrazio i presidenti di Società per l’impegno profuso nella stagione, per la collaborazione portata al Comitato, per la disponibilità dei campi, per il 3° tempo, per il trasporto dei ragazzi ai raduni.

Devo altresì segnalare la Giornata del Minirugby, organizzate a Cusago e a Lainate, dove la partecipazione è sempre molto positiva. A Cusago, tra l’altro, il terreno di gioco è stato assegnato dal calcio al rugby. I miei complimenti al presidente Acito ed ai suoi collaboratori.

Quanto sopra non può, purtroppo, esimermi dal presentare un quadro complessivo dei tesseramenti ancora in calo, in gran parte dovuto all’ulteriore calo degli Enti Scolastici. Tra la stagione 2016/2017 e quella appena conclusa le società affiliate sono passate da 165 a 140 e i tesserati totali da 19365 a 18578. Di questi tesserati, 15.313 sono giocatori (grandi e piccoli); le province che hanno mantenuto la posizione del 2017, con un piccolo incremento, sono: Brescia – Lecco – Monza Brianza e Varese. Consideriamo che nel 2014 avevamo 48 squadre U16 ed oggi siamo a 42 (di cui due sono state escluse o si sono ritirate nel corso del campionato). Una caduta troppo importante che ci deve far riflettere, dal Comitato, ai dirigenti di Società ed ai tecnici, i veri motivatori e quelli più vicini ai ragazzi.

Concludendo ringrazio tutti i collaboratori del CRL, dai Consiglieri, ai Delegati provinciali, ai tecnici, al nostro staff che ritengo quanto mai preparato sia per consigli e/o suggerimenti. Ringrazio il coordinamento arbitrale e gli arbitri tutti, senza dimenticare la gratuita e disinvolta collaborazione, quali Giudici Sportivi Territoriali, di tre avvocati: Albano, Prati, Zanco.

A voi naturalmente la mia gratitudine"

Angelo Bresciani

Condividi